Che cos'è l'incertezza di misura? .

Incertezza di misura
ISO 17025

Che cos'è l'incertezza di misura?

Condividere sui social media

Ogni calibrazione e test è associato a un'incertezza di misura. In qualsiasi misurazione quantitativa effettuata, il valore risultante è un'approssimazione del valore reale.

Ciò è dovuto agli errori che si verificano nelle diverse fasi di preparazione del campione, valutazione del campionamento e misurazione dei dati.

In base all'incertezza di misura ISO 17025La misura qualitativa deve essere riportata come un singolo valore insieme alla possibile deviazione dal valore effettivo.

I risultati qualitativi con dichiarazioni di incertezza forniscono una tolleranza di misura approssimativa. Indica i limiti previsti entro i quali la misura del valore reale dovrebbe rientrare.

Ad esempio, se il rapporto di un campione alimentare indica lo 0,1% di composto X senza il possibile valore di deviazione, l'utente non è sicuro che questo valore possa essere lo 0,4% o lo 0,05%.

Con questo tipo di documentazione, l'analista può stimare il livello di incertezza molte volte, mentre l'utente o il cliente dei dati non può farlo.

Le informazioni sull'incertezza sono particolarmente importanti se il limite della specifica richiede una verifica e un rapporto in corso. Ad esempio, se un determinato prodotto può essere approvato solo se il suo composto X è inferiore, diciamo, allo 0,5%, il rapporto di prova non avrà problemi di conformità se la misura del composto è estesa oltre lo 0,5% dall'incertezza di misura.

Il valore di misurazione ampliato dall'incertezza di misurazione stimata rientra nella specifica limite. Tali parametri, come dimostrato dall'esempio, si dicono rientrare in una tolleranza specificata.

L'ISO ha introdotto regole e guide per la valutazione e l'espressione dell'incertezza di misura nelle varie unità di misura. L'ente ha introdotto documenti dettagliati contenenti linee guida esclusive sull'applicazione dei concetti guida ISO nell'analisi chimica.

La valutazione dell'incertezza è un concetto relativamente semplice che non richiede conoscenze approfondite di statistica. È sufficiente comprendere la natura del metodo di misurazione e la natura della misura.

Le specifiche vanno definite indicando cosa si deve misurare esattamente e definendo il rapporto con i parametri che influenzano i risultati. Ad esempio, se la temperatura di misurazione influisce sui risultati, è necessario indicare le temperature specifiche in cui devono essere effettuate le misurazioni.

Il processo di misurazione deve avere un diagramma del flusso di lavoro che comprende la calibrazione, il campionamento, la misurazione, la preparazione del campione, la trascrizione dei dati e la valutazione.

Individuare le possibili fonti di incertezza per ogni parametro e parte del processo ed elencarle. Alcune delle possibili fonti di errore sono; impurità chimiche, condizioni di misurazione inadatte, dispositivi calibrati in modo errato, campionamento non rappresentativo ed errori di valutazione dei dati.

Attuare la norma ISO 17025
Attuare la norma ISO 17025

Eseguire la stima di ogni incertezza in termini di RSD o deviazione standard e documentarla. Nel caso in cui la valutazione sperimentale sia impraticabile o impossibile, è necessario stimare i singoli contributi dalle fonti disponibili.

Le informazioni sulle forniture, le prove di competenza o gli studi interlaboratorio possono avere questo tipo di stima. È necessario documentare le idee e le procedure alla base del modo in cui i contributi sono stati stimati o misurati.

Sviluppare un valore complessivo combinando i contributi separati. Ad esempio, se le fonti di incertezza sono indipendenti, si può calcolare l'incertezza totale come multiplo della somma al quadrato delle componenti di incertezza che contribuiscono, tutte espresse come deviazioni standard. Questo calcolo può essere automatizzato utilizzando fogli di calcolo e programmi software.

L'intero processo deve essere documentato correttamente per fornire informazioni adeguate. Questo aiuta a rivalutare i risultati in caso di acquisizione di nuovi dati o informazioni. Una documentazione completa deve contenere;

- Una descrizione completa della metodologia utilizzata per calcolare il risultato della misurazione, insieme alla sua incertezza di misura.

- I valori e le fonti di tutte le alterazioni

- Un elenco di tutte le componenti dell'incertezza. Questo deve includere una spiegazione completa di come è stata valutata ciascuna di queste componenti dell'incertezza.

I laboratori devono essere accreditati per poter svolgere le operazioni analitiche. Una delle componenti integranti che gli enti di accreditamento considerano quando rilasciano ai laboratori un certificato di accreditamento è l'espressione di Incertezza nelle misure". I componenti dei prodotti devono avere un elevato grado di precisione nelle misurazioni, soprattutto con la globalizzazione della tecnologia e del commercio. In consultazione con diverse organizzazioni internazionali.

Nel 1995 l'Ufficio internazionale dei pesi e delle misure (BIPM) ha sviluppato un nuovo standard ISO sull'espressione dell'incertezza nelle misure.


Condividere sui social media

Lascia qui il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ottenete il nostro Ebook gratuito

ISO 17025 2017 nuova revisione

Le vostre informazioni non saranno mai condivise con terzi.